C’è confusione nella progettazione degli impianti antincendio? Gli americani ci aiutano

C’è confusione nella progettazione degli impianti antincendio? Gli americani ci aiutano

Cosa fare per proteggere l’impianto antincendio in caso di sisma? A volte è necessario (ed ammesso) far riferimento a più normative per seguire un approccio più standardizzato e meno lasciato al caso.
Partendo dal  presupposto che un impianto sprinkler debba resistere – in primis – in situazioni ordinarie, il documento a cui affidarsi per la corretta progettazione è rappresentato dalle UNI EN 12845 (Sistemi automatici a sprinkler. Progettazione, installazione e manutenzione).
La norma UNI definisce infatti le regole base sullo staffaggio degli impianti sprinkler, non dando però rilievo alla protezione dell’impianto contro il sisma.
Per avere delle indicazioni su come rendere la soluzione sismoresistente, possiamo seguire le raccomandazioni delle linee guida dei vigili del fuoco, già trattate in un precedente articolo. Tuttavia anche in questo caso è necessario cercare altrove per rispondere ad alcune problematiche di dettaglio (Come calcolo le aree di influenza? Cosa succede ad un supporto vicino ad un cambio di direzione dell’impianto? Come valuto la presenza di giunti sismici?)

Per questo, le normative americane ci vengono incontro dando prescrizioni più precise per la disposizione dello staffaggio (sismico e statico):

  • NFPA13:2016 – Standard for the installation of sprinkler Systems
  • FM Datasheet 2-0 – Installation guidelines for automatic sprinklers
  • FM Datasheet 2-8 – Earthquake protection for water-based fire protection systems

4 punti per la disposizione geometrica dei controventi sismici secondo NFPA13:

1.utilizzare controventi longitudinali e trasversali a 4 vie, subito prima e subito dopo un dissipatore sismico, per una distanza massima di 1.8 m dal dissipatore

foto-2

2. per collettori di distribuzione e collettori principali indipendente dal diametro e per diramazioni con diametro maggiore o uguale a 2 ½” (65 mm) utilizzare:

  • controventi longitudinali con un interasse massimo consentito 24.4 m
  • controventi trasversali con un interasse massimo consentito 12.2 m

foto-3    3. la distanza massima tra l’ultimo controvento trasversale e il terminale della tubazione deve essere al massimo di 1.8 m
foto-4

4.  la distanza massima tra l’ultimo controvento longitudinale e il terminale della tubazione deve essere al massimo di 12.2 m
foto-5

 

Questi sono solo alcuni punti su come disporre e progettare lo staffaggio antisismico di un impianto sprinkler.
Scopri il sistema MQS-SP e lascia un commento per saperne di più.

Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Campo obbligatorio
** Campo obbligatorio non visibile agli altri utenti
Cliccando su commenta accetti i nostri termini sulla privacy.

Articoli simili

Autore